Erik Rasmussen

Cenis

L’idea che sta dietro il mio dipinto è stata quella di illustrare il mito di Medea, ma è stata influenzata anche da altri elementi storici dell’arte greca, siciliana e da ‘La Vittoria alata di Samotracia’, per accompagnare la scultura Nike a Naxos, in Sicilia.
Una delle rovine del tempio è ispirata ad una vignetta realizzata dal disegnatore danese Ib Withen, ed un’altra richiama alla memoria un dipinto dell’artista americano Roy Lichtenstein.
‘Giasone con il vello d’oro’ è una mia libera interpretazione del capolavoro, conosciuto sotto lo stesso nome, opera dello scultore danese Bertel Thorvaldsen.
La barca, così come l’Etna, sono stati ispirati dal lavoro del pittore italiano Valerio Adami.
Gli archi rossi su sfondo blu illustrano il teatro greco / romano di Taormina.
Il testo greco è un frammento della parola ‘caffè’.
Il resto del dipinto è interamente tratto dal mio universo.

Erik Rasmussen

Note biografiche

Erik Rasmussen, nato nel 1943 a Copenaghen, debutta come artista alla Mostra Autunnale “Den Frie” a Copenaghen nel 1966. Iscritto all’albo degli artisti e nel gruppo GYRR, le sue opere sono state acquistate oltre che da numerosi privati, dagli enti artistici del Ny Carlsbergfondet, Statens Kunstfond e Den Svenske Stats Kunstfond.

Riceve anche la sovvenzione dell’Ente Statens Kunstfond. Ha realizzato diverse opere urbane in Danimarca, tra cui l’ippodromo al comune di Tårnby. Il Man-B e W Diesel nel comune di Holeby.

Le “sale” di Roskilde a Roskilde. Il Collegio degli Artigiani, il Bispebjerg Allé, la piscina comunale di Nordfalster, i murales del Politikens Hus a Copenaghen. Skulptur, MultiCenter Syd, Nyøbing F., Skulptur, Nakskov Uddannelsescenter, Skulptur, Masnedø Fort, Vordingborg.

Ha allestito diverse mostre personali:

“Den Frie”, Copenaghen dal 1975 al 1978,
Galleria Clemens, Arhus dal 1973-1974 e 1978
Galleria Passepartout, Copenaghen dal 1976 al 1978 e 1981-1982
Galleria Ippon, Malmø nel 1978
Galleria Nord, Randers nel 1983
Galleria Max Seidenfaden, Copenaghen nel 1983, 1988, 1989, 1993, 1995, 1999, 2001, 2003.

Ha partecipato a diverse collettive in Danimarca e nel mondo, tra cui:

Lumley Cazelet Gallery, London nel 1972
Nordisk Grafik Union, Reykjavik nel 1972
Israel Museum, Jerusalem nel 1976
Montenegro, Jugoslaven nel 1976
Arte Fiera, Bologna 1977
Grand Palais, Paris nel 1984-86
Art Propaganda Centre, Lodz Polen nel 1991
Zatec Rådhus, Tjekkiet nel 1995
Maison Schauwenburg, Luxembourg nel 2002-03
Burgkloster, Lubek nel 2007